Regolamento

Ti raccomando le tenere piantine a te affidate, coltivale come tu desideri d’essere coltivata, sii per loro madre, educatrice, guida e rifugio.

L'Associazione Scuola Cattolica “E. Vendramini” è una Comunità educativa scolastica che ha come finalità la formazione integrale degli alunni, in una visione cristiana della vita, alla luce del carisma francescano di Elisabetta Vendramini, la quale così scriveva ad una suora:

Premessa

Il Regolamento della Scuola dell’ Infanzia “Elisabetta Vendramini” esplicita gli impegni della comunità educativa, in base al Piano dell’Offerta Formativa e agli Orientamenti formulati nel progetto Educativo dell’Istituto stesso in sintonia con le disposizioni ministeriali vigenti.

Viene consegnato a genitori, docenti, operatori non docenti quale contratto formativo da assumere, rispettare ed esprimere in un’ottica di collaborazione e di reciprocità, nell’ambito delle proprie competenze, premessa per un clima sereno e costruttivo all’interno dell’Istituto.

Iscrizioni

L’atto di iscrizione costituisce piena accettazione dei principi educativi della Scuola e delle sue norme disciplinari ed impegna ad adeguarvisi.

L’iscrizione degli alunni è richiesta da entrambi i genitori o da chi ne esercita la tutela.

La richiesta è redatta sull’apposito modulo contenente:

  • la domanda d’iscrizione;
  • la dichiarazione di conoscere i principi e le finalità espressi nel Progetto Educativo, con l’impegno a perseguire gli scopi educativo-didattici che la Scuola si propone, in fedeltà all’ispirazione cristiana e all’insegnamento della religione cattolica;
  • l’impegno a corrispondere il contributo mensile entro la data stabilita, per il buon funzionamento scolastico;
  • altri documenti previsti dalla scuola.

Orario didattico

Per consentire un regolare e sereno svolgimento delle attività didattiche si raccomanda la puntualità.

L’ingresso dei bambini è consentito dalle ore 8.00 alle 9.00.
L’orario di uscita è fissato dalle ore 15.50 alle 16.00.
In via eccezionale si può chiedere l’anticipo alle ore 7.30 e/o il prolungamento fino alle ore 17.00 mediante richiesta scritta alla coordinatrice.

Durante il periodo di inserimento del bambino o per ragioni familiari è consentita l’uscita alle ore 13.00, previo accordo con le insegnanti comunicato al mattino al momento dell’arrivo.

Dopo l'orario di uscita la Scuola declina ogni responsabilità per danni a persone o cose.

Il pranzo è fissato alle ore 11.30, segue l’intervallo ricreativo fino alle ore 14.00.

Per i “piccoli” è possibile il riposo pomeridiano.

Le attività scolastiche si svolgono dal lunedì al venerdì.

Bambini

I bambini si impegnano a:

  • comportarsi educatamente nel rispetto di se stessi, dei compagni, del personale docente e non docente;
  • rispettare gli ambienti scolastici e quanto in essi contenuto: arredi, materiale didattico, giochi, ecc.;
  • imparare ed assumere le regole della Scuola tra le quali indossare l’abbigliamento scolastico e portare a scuola l’occorrente richiesto (vedi sez. genitori);
  • non portare a scuola oggetti di valore, giocattoli e qualsiasi oggetto che possa provocare danno a se stessi e agli altri.

La Direzione non assume responsabilità per oggetti di valore smarriti all’interno della Scuola.

Genitori

I genitori si impegnano a:

  • collaborare con la scuola per il raggiungimento degli obiettivi educativo-didattici;
  • rispettare l’orario scolastico. Eventuali ritardi all’ingresso e all’uscita devono essere giustificati dai genitori;
  • accompagnare i bambini all’interno della scuola affidandoli all’insegnante o al personale. Nei momenti di ingresso e di uscita è possibile parlare con l’insegnante solo per brevi comunicazioni; si possono concordare colloqui con appuntamento; si pregano i genitori di non sostare a lungo all’interno degli ambienti scolastici;
  • giustificare le assenze per malattia della durata superiore a cinque giorni scolastici consecutivi con certificato medico. Informare tempestivamente nei casi di malattie infettive e pediculosi;
  • informare l’insegnante per brevi assenze che non riguardano malattie;
  • delegare, in caso di necessità, una persona maggiorenne a ritirare il proprio figlio all’uscita della scuola compilando l’apposito modulo che verrà aggiornato di anno in anno. Eventuali variazioni vanno segnalate tempestivamente;
  • presentare certificazione medica per i bambini che soffrono di patologie particolari, allergie o intolleranze alimentari e che pertanto necessitano di una dieta particolare. La certificazione della dieta, redatta dal pediatra o dal medico specialista, deve specificare gli alimenti controindicati, il periodo di durata e altre eventuali indicazioni utili. Il certificato è da rinnovare ogni anno;
  • rivolgersi alle insegnanti nel caso in cui fosse necessario somministrare farmaci al bambino in orario scolastico, allegando alla richiesta scritta il certificato medico attestante lo stato di malattia con la prescrizione specifica dei farmaci da assumere, in base alla normativa prot. 2312 Dip/Segr del 25.11.05;
  • provvedere al ritiro del bambino in caso di malore improvviso durante l’orario scolastico. Nel caso di infortunio i genitori saranno tempestivamente avvertiti e, se ritenuto necessario, si provvederà ad attivare il servizio di emergenza;
  • in occasione di compleanni portare a scuola solamente alimenti dolci o salati confezionati, in ottemperanza a quanto stabilito dalla normativa vigente in materia (si consiglia la sobrietà);
  • rispettare l’abbigliamento scolastico: grembiule in tinta unita con elastici ai polsi. L’abbigliamento deve essere contrassegnato con nome e cognome;
  • portare a scuola: calzini antiscivolo, sacchetto di stoffa, bavaglia, portabavaglia, fazzoletti di carta, ricambio completo di indumen-ti. Il corredino deve essere contrassegnato con nome e cognome;
  • prendere visione regolarmente delle comunicazioni della scuola;
  • autorizzare per iscritto, su apposito modulo, le uscite organizzate dal Collegio Docenti a scopo didattico sia in pullman che a piedi. In caso di assenza del bambino la quota pullman non verrà restituita;
  • partecipare alle Assemblee di sezione, ai colloqui programmati esplicitamente richiesti, alle proposte formative offerte dalla Scuola;
  • collaborare con i genitori eletti negli Organi Collegiali della Scuola (v. Statuto della Scuola);
  • non divulgare messaggi negativi spesso infondati prima di averne verificato l’autenticità con chi di competenza per non creare allarmismi inutili;
  • vestire in modo sobrio e decoroso, tenendo presente la serietà del luogo educativo.

Educatrici

I docenti si impegnano a:

  • perseguire  gli obiettivi educativo-didattici previsti dal Piano dell’Offerta Formativa e a condividere gli orientamenti educativi formulati nel progetto Educativo di Istituto;
  • definire collegialmente il progetto educativo-didattico annuale, tenendo conto delle individualità degli alunni;
  • partecipare attivamente al Collegio Docenti, alle Assemblee dei genitori, alle attività collegiali dell’Istituto, agli incontri formativi e di aggiornamento secondo le direttive della FISM o di altre agenzie competenti;
  • compilare il registro della sezione, annotando ogni giorno presenze ed assenze dei bambini nonché redigere le opportune osservazioni;
  • concordare, previo appuntamento, i colloqui con i genitori informando la Direzione;
  • attenersi all’orario scolastico stabilito dalla Direzione che terrà conto delle esigenze dei singoli docenti nei limiti del possibile;
  • non assentarsi dal servizio senza preventivo permesso della Direzione; in caso di malattia o impedimenti imprevisti o per causa di forza maggiore, comunicare tempestivamente l’assenza alla Direzione;
  • garantire un’effettiva vigilanza dei bambini anche durante gli intervalli evitando di lasciarli incustoditi;
  • curare e rispettare gli ambienti della Scuola;
  • mantenere il segreto d’ufficio su ciò che è argomento di discussione o valutazione negli organi collegiali;
  • rispettare quanto sottoscritto nel contratto di lavoro con l’Ente gestore. Per ogni aspetto di carattere contrattuale si fa riferimento al CCNL Agidae.

Operatori

Gli operatori non docenti si impegnano a:

  • conoscere e rispettare gli impegni della comunità educativa, in base al Piano dell’Offerta Formativa e agli orientamenti formulati nel progetto Educativo dell’Istituto;
  • favorire un clima sereno, accogliente e collaborativo all’interno della comunità educante.

Il presente Regolamento fa diretto riferimento all’art. 2 dello Statuto dell’Associazione. Tutti sono tenuti ad osservarlo.

La nostra Scuola è una comunità in cui ogni indicazione ha lo scopo di contribuire e facilitare la crescita personale e comunitaria di ogni suo membro.

Il Consiglio Direttivo può deliberare l’esclusione dei soci in caso di sussistenza di gravi motivi di incompatibilità o contrasto con gli scopi dello Statuto e dell’attività dell’Associazione stessa (v. Statuto art. 9).